Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione degli utenti e per le statistiche del sito. Per dettagli e per la gestione dei cookie in base al GDPR 2016/679, consulta la nostra cookie e privacy policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

dona ora funima international

FUNIMA International dal 2005, sostiene le comunità native delle Ande argentine. Sempre in collaborazione con associazioni locali in un costante lavoro di sinergia e studio di interventi che mirano al miglioramento della qualità di vita delle popolazioni locali.

Queste vivono molto lontane dai centri abitati, a volte radunate in villaggi, altre in case molto isolate all'interno delle montagne che vanno dai 2500 mt ai 4000 mt di altitudine. In questi luoghi le temperature sono molto rigide e difficile è la coltivazione delle terre e l'allevamento del bestiame. L'alimentazione molto scarsa si unisce ad una forte siccità; il reperimento di acqua anche da bere è complicato ed è una delle maggiori problematiche del posto.

Assenza di strutture sanitarie e di infrastrutture, anche di strade, aggrava maggiormente l'isolamento di questi luoghi, dove non ci sono interessi economici, solamente di alcune multinazionali per l'estrazione di minerali che spesso contaminano anche il sottosuolo e le falde acquifere aumentando le difficoltà di sopravvivenza.

Per fronteggiare le emergenze consegniamo cibo, acqua, vestiti e medicinali. Realizziamo strutture permanenti, mense, centri sanitari e pozzi.
Programmi di educazione, attività di recupero post scolastiche, attività ricreative.

Obiettivo finale del progetto è quello di migliorare le condizioni di vita preservando la cultura locale, creare sviluppo in una società che vive diversamente dal resto del mondo, sia come approccio alla vita che come stile. Una società e delle popolazioni che sono originarie di questi territori, etnie quasi estinte, o fortemente contaminate da quelle occidentali.

VIDEO
“TRIP TO ARGENTINA” è il video-documentario realizzato da Giovanni Bongiovanni che documenta la situazione locale che da molti anni l’organizzazione sostiene a favore delle comunità native delle Ande argentine nella regione di Salta in collaborazione con l'associazione Fundacion los niño de San Juan. Le progettualità qui descritte fanno riferimento alle annualità: 2017, 2018, 2019.

 

DIARIO TRIP TO ARGENTINA - Novembre 2018
Il diario Trip to Argentina di Giovanni Bongiovanni racconta il viaggio di Novembre 2008 insieme ad un gruppo di volontari italiani in visita ai progetti di intervento in favore delle comunita native delle Ande argentine. Regione di Salta. In collaborazione con il partner locale la Fundacion los niño de San Juan.


ARGENTINA (I parte). La visione dell'olocausto e la rinascita delle comunità native
triptoar01b ista01

Buenos Aires. Dal finestrino del bus osserviamo l'esterno e non possiamo fare a meno di notare l’immenso divario tra il centro della capitale, fatto di altissimi palazzi a specchio, e ciò che vediamo oltrepassando la ferrovia che costeggia la zona ricca. Milioni di case diroccate accatastate l'un l'altra, sembra di essere in un film di fantascienza, proiettati in un futuro che mostra il nostro pianeta dopo l'olocausto.
I ricchi dividono la città spaccandola in due e innalzando mura tra chi è contagiato e chi ancora non ha contratto il virus. Man mano che ci allontaniamo l'immagine di questa situazione si normalizza, e tutto quanto riprende una dimensione quasi accettabile. 
Leggi tutto
 

triptoar02 ARGENTINA (II parte). La Dea dell'Acqua è il cuore del progetto

“Quando mio figlio ha il necessario per me non è apposto così, sono egoista se non penso anche a chi non lo ha”.
“Per me e la mia famiglia ho giusto il necessario e a volte neanche quello, ma ugualmente condividiamo ciò che abbiamo dedicandoci continuamente al prossimo, i miei figli lo sanno perché sono cresciuti così. Poi però veniamo ricompensati due volte tanto. Sempre la vita mi ha aiutato in questo”.
“Sentire la sofferenza degli altri come nostra ci aiuta nella nostra evoluzione. Tutti dovremmo sentirci famiglia perché abitanti dello stesso pianeta. L'egoismo è il peggiore dei mali della nostra umanità! Insieme alla pigrizia, mai essere pigri e aspettare che gli altri facciano ciò che noi possiamo fare oggi. Quando vedo che posso fare qualcosa non aspetto gli altri che lo fanno pensando che dovrebbe essere compito loro. Vado e lo faccio io perché Dio mi sta dando l'opportunità di farlo nel momento in cui mi rendo conto che questa cosa deve essere fatta e che potrei farla io. Sarebbe un grandissimo peccato restare fermi ad aspettare”
“Bisogna fare ogni giorno e mai rimandare a domani. È un lavoro che dobbiamo fare con noi stessi quello di superare i limiti umani ed elevare il nostro spirito che ordina alla materia, al nostro corpo di fare, di lottare in ciò in cui crediamo e soprattutto in ciò che la coscienza ci dice sia giusto fare senza ascoltare la nostra mente, che spesso ci mente, ma il cuore no. Quando si muovono azioni che vengono dal cuore con altruismo le nostre saranno sempre scelte giuste. Iniziamo a sbagliare quando muoviamo scelte solo fine a noi stessi.”
Queste parole dissetano il nostro spirito più di ogni cosa... Leggi tutto

andeselvagge01

ARGENTINA (III parte). Nelle Ande selvagge

Dopo pochi minuti siamo già nelle Ande selvagge, il primo percorso è stretto, poi la strada inizia ad aprirsi e intorno a noi il nulla, ma il nulla più presente e maestoso che si possa percepire.
Montagne sovrastano gli altopiani in cui viaggiamo, su una strada di terra polverosa e pietre, a tratti più scorrevole, a tratti quasi impraticabile. La terra ha tutte le gradazioni del color sabbia, a tratti giallo, a tratti marrone e rosso. Osserviamo la meraviglia di una giornata splendente e un sole accecante.

Poi arrivano loro.. nel volto di ogni bambino rivedo quello di mia figlia. Mentre assisto ognuno di loro, porto loro le scarpette e spolvero i loro piedi prima di indossare le scarpe, penso ad Amira. Come fossero i suoi piedi, come fosse il suo volto quello che si gira di scatto con gli occhi chiusi dopo che il vento con violenza ci accieca gettando terra e polvere nei nostri occhi. Sbattono le sopracciglia coprendosi come possono e poi li riaprono. Come fosse la sua testolina quella che accarezzo, come fosse il suo corpo che arriva tremante dal freddo, la sua pelle quella rovinata.
Le Ande selvagge ti restano sulla pelle come un tatuaggio per tutta la vita. Fanno male, ma volevi farlo a tutti i costi, perché ne sentivi il bisogno... Leggi tutto


PROGETTI REALIZZATI

... a breve tutti i progetti realizzati nelle Ande argentine dal 2005 ad oggi. Le stesse sono gia disponibili alla pagina Progetti Realizzati

NEWS

2019

FEBBRAIO - ARGENTINA. INTERVENTI DI EMERGENZA, ESONDAZIONE RIO PILCOMAYO.
FEBBRAIO - ARGENTINA. VISITA A ESPERANZA
FEBBRAIO - ARGENTINA. ESONDAZIONE RIO PILCOMAYO
FEBBRAIO - ARGENTINA. RIUNIONE CON PACHA INTI E MAMA COCHA
GENNAIO - ARGENTINA. COLLABORAZIONE CON GLI UFFICIALI
GENNAIO - ARGENTINA. CONSEGNA AL COMEDOR JESUS TE AMA
GENNAIO - ARGENTINA. CONSEGNANDO SOTTO LA PIOGGIA

2018

DICEMBRE - ARGENTINA. RACCOLTA E CONSEGNA DI NATALE
NOVEMBRE - ARGENTINA. DOCUMENTARIO TRIP TO ARGENTINA
NOVEMBRE - ARGENTINA. RIUNIONE CON LA COMUNITÀ PACHA INTI E AVANZAMENTO DEI LAVORI PER IL PROGETTO IDRICO MAMA COCHA
NOVEMBRE - ARGENTINA. VIDEO-DIARIO V GIORNO. VISITA ALLA SCUOLA DON AUGUSTO CARLOS TORINO
NOVEMBRE - ARGENTINA. VIDEO-DIARIO IV GIORNO. COME TUTTO EBBE INIZIO
NOVEMBRE - ARGENTINA. VIDEO-DIARIO IV GIORNO. DISTRIBUZIONE DEI BENI DI PRIMA NECESSITÀ ALLE FAMIGLIE
NOVEMBRE - ARGENTINA. VIDEO-DIARIO III° GIORNO. PREPARAZIONE DEI BENI PER LE FAMIGLIE
NOVEMBRE - ARGENTINA. VIDEO-DIARIO II° GIORNO. VISITA AL PUEBLO SANTA ROSA DE TASTIL
OTTOBRE - ARGENTINA. VIDEO-DIARIO I° GIORNO. ARRIVANO LE TUBATURE PER IL PROGETTO MAMA COCHA

gli scritti del presidente

Seguici su Facebook

funima libro granvia

funima diventa amico di funima