Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

testa jcd

Argentina

PROGETTI REALIZZATI

Vai alla pagina

 

Contesto specifico

L'Argentina è una Repubblica Federale ed in quanto a superficie è il secondo paese dell'Americacartina argentina Latina per estensione dopo il Brasile. Nonostante questa vastità territoriale l'Argentina conta 38.871.000 abitanti con una densità media di 13 abitanti per chilometro quadrato. La cifra non riflette però la realtà demografica del paese dal momento che la popolazione è ripartita in maniera molto diseguale: poco meno della metà risiede nella Capitale. La forte crisi economica e finanziaria, che ha preso forma alla fine del 2001, ha causato un forte incremento della povertà della popolazione dovuto all’aumento della disoccupazione ed alla perdita di potere della moneta argentina. Specialmente nelle province del nord si è registrato un incremento netto della mortalità infantile e della malnutrizione ed ha inciso sull’accesso dei bambini all’istruzione e ai servizi sanitari e di alimentazione1.

Le problematiche  riscontrate portano la nostra attenzione nella parte centrale e nord occidentale del Paese nelle  Province di Córdoba, Catamarca, Jujuy, Salta.interventi datiargentina


Queste vaste aree geografiche sono attraversate dalla Cordigliera delle Ande, imponente sistema montuoso dell'America Meridionale che segna interamente il confine occidentale del paese. Nella parte settentrionale i rilievi hanno un aspetto massiccio; tra le principali zone geografiche si distingue la desertica Puna, esteso altipiano attraversato da catene che superano i 5000m di altitudine e costellata da depressioni chiuse, i salares le cui cime formano distese regolari. La Puna è dominata ad ovest da alti vulcani (Llullailaco, 6723m) ed è limitata ad est da un gruppo di catene orientate da nord a sud: sierras de Jujuy, Salta, Tucuman a loro volta precedute da rilievi più modesti. Vigogne e guanachi sono la fauna tipica di questo territorio. Il clima della regione andina risente naturalmente dell'altitudine e presenta i caratteri tipicamente montani (forti escursioni termiche, inverni assai rigidi). Nella puna e in genere nelle Ande settentrionali l'aridità è accentuata. La conformazione morfologica e climatica del territorio rappresenta un grande ostacolo per la vita delle popolazioni che risiedono sulle Ande argentine. Questa zona, culla delle civiltà precolombiane, è abitata da comunità autoctone di etnia indigena che generalmente vivono in villaggi rurali e in capanne di paglia e fango e non posseggono titoli di proprietà sulle terre in cui si dedicano alla pastorizia. Una popolazione totalmente esclusa dal processo produttivo, dalla cultura e dalle formazioni sociali.
Per quanto riguarda l’aspetto della sanità le popolazioni autoctone andine vivono nella completa mancanza di servizi medici e centri sanitari che, laddove esistono, sono sprovvisti delle strumentazioni necessarie e del personale addetto (è il caso del “Mini Hospital” sito ad Aconquija). Il sistema sanitario locale non è quindi in grado di far fronte alle emergenze che prevedono interventi delicati e complessi i quali richiederebbero la degenza del paziente. In questi casi si rende necessario il trasporto verso zone adeguatamente attrezzate ma le enormi distanze ed i costi del trasporto costituiscono una barriera insormontabile alla prevenzione e alle cure sanitarie.
Anche le condizioni igieniche in cui vivono queste comunità sono anch’esse precarie. Le abitazioni costruite con mattoni di paglia e fango non hanno latrine o servizi igienici di alcun tipo, ed i bambini entrano in contatto con animali come il cane, le capre, le pecore i maiali e quant’altro che invadono anche lo spazio domestico. Questo implica un costante contatto fisico con gli animali, la convivenza con gli escrementi e scarti che si volatilizzano nell’aria.
La situazione di povertà, causa di malnutrizione e denutrizione, associata alla condizione ambientale favorisce quindi la presenza endemica di malattie come: pediculosi, parassitosi intestinali e cutanee, malattie polmonari e dell’apparato gastro enterico. La presenza di AIDS non è documentata a causa della mancanza di dati ufficiali e per l’impossibilità di eseguire test di screening.
Una forte incidenza sullo stato di salute è determinata dall’assunzione di acqua sporca e nel caso particolare della zona di La Alumbrera la risorsa idrica è soggetta alla contaminazione di materiali ferrosi e sostanze di scarto tra cui il cianuro. Queste scaturiscono da un’attività di sfruttamento intensivo minerario per l’estrazione di oro, argento, rame da parte delle multinazionali. L’assunzione d’acqua inquinata determina numerosi problemi tra cui danni allo stato di salute dei denti, diarrea e infezioni intestinali.
Alto fattore determinante per il deperimento dello stato di salute, in particolare nei bambini, è legato alle numerose patologie respiratorie che presentano casi di infezioni bronchiali, polmonari, otorinolaringoiatriche e un’alta casistica di casi di difterite. Le difficoltà respiratorie sono dovute al clima rigido, e soprattutto alle repentine escursioni termiche che avvengono nell’arco della giornata.

1. The State of Word’s Children; Childinfo, UNICEF, 2006.

 

 

fShare
0

Iniziative solidali

banner salvadanaiobanner yogah

 

banner cdatrasbanner granvia2

Cosa facciamo noi

banner pozzibanner educazionebanner assistenza

 

banner mensebanner attivita

 

 

 E altro ancora... freccia arancio

Cosa puoi fare tu?

banner sostienici4banner comunica4banner viaggi

banner azienda

Dona on-line

dona ora

Diventa AMICOdiFunima

diventa amico

Social network

facebookyoutubetwitter 2

pinterest

Iscriviti alla nostra Newsletter

Libro fotografico Gran Via

 banner granviasmall

Acquista il CD Musicale

 banner-cdatras

Il Coordinamento

 banner cipsi

donaoraAss. FUNIMA International Onlus Via Molino I, 1824 cap 63811 Sant' Elpidio a Mare (FM)
Tel +39.346/7567255 E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale: 90038990447

CONTO CORRENTE BANCARIO BANCA POPOLARE ETICA
IBAN: IT 15 Q 05018 02600 000000122072
BIC: CCRTIT2T84A

by Sydonia Production | Mappa del sito | Privacy