Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione degli utenti e per le statistiche del sito. Per dettagli e per la gestione dei cookie in base al GDPR 2016/679, consulta la nostra cookie e privacy policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

dona ora funima international

Gentili Lettori,
segnaliamo la lettera di risposta alla Nestlè da parte del nostro presidente del coordinamento Cipsi Guido Barbera a seguito di un invito personale ricevuto da parte della Direttrice Corporate della Nestlè Italia per il premio "Creazione di un Valore Condiviso" indetto dalla stessa.

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Riportiamo i paragrafi 1 e 4 del Regolamento del premio.

1. Assegnazione del Premio Nestlé
Il Premio Nestlé per la Creazione di Valore Condiviso ("Premio Nestlé") intende riconoscere un'innovazione straordinaria nei settori delle risorse idriche, della nutrizione e dello sviluppo rurale che:

  • Ha dato prova del suo valore in fase sperimentale o su scala limitata.
  • Viene giudicata applicabile su ampia scala.
  • Offre grandi aspettative di miglioramento dell'accesso alla nutrizione, di miglioramento dello sviluppo rurale o di un impatto significativo sulla gestione delle risorse idriche o sull'accesso all'acqua potabile.
  • È concepita su un modello di business valido e sostenibile.

Il Premio Nestlé verrà assegnato a coloro che sottopongono le candidature giudicate migliori dal Comitato consultivo sulla Creazione di Valore Condiviso nel rispetto del presente Regolamento ufficiale.

4. Il Premio Nestlé
Nestlé si impegna per un determinato periodo di tempo a garantire al Vincitore1 un investimento fino a un totale massimo di 500.000 CHF per sostenere lo sviluppo su ampia scala del progetto premiato. Il progetto verrà valutato in base al valore relativo del progetto proposto e dell'investimento richiesto.
L'investimento potrà essere concesso sottoforma di un'unica assegnazione o potrà essere concesso su più anni con incrementi che devono essere determinati dal Presidente e dal CEO di Nestlé su indicazione del Comitato consultivo sulla Creazione di Valore Condiviso e del Segretario generale del Comitato consultivo sulla Creazione di Valore Condiviso.
Il Premio Nestlé può essere soggetto a tassazione a diversi livelli a seconda del paese del Vincitore. È responsabilità del Vincitore adempiere agli obblighi fiscali. Il Premio Nestlé verrà assegnato in Franchi svizzeri. Tutti i costi associati al cambio di valuta sono di esclusiva responsabilità del Vincitore.

 

Roma, 11 Agosto 2009
PROT: PRES/Corr/001/2009/0125

Ill.ma dott.ssa Manuela Kron
Direttore Corporate Affairs
Gruppo Nestlé Italia
V.le Giulio Richard, 5
20143-MILANO
 
OGGETTO:  Premio Creazione di Valore Condiviso

Ill.ma dottoressa Kron,
    nel ringraziarLa sentitamente per l'attenzione e gentilezza avuta nell'inviarmi la comunicazione relativa al premio in oggetto, desidero con la presente informarla che sarà mia cura diffondere la vostra iniziativa alle circa 50 associazioni che appartengono al nostro Coordinamento Nazionale.

    Allo stesso tempo ritengo doveroso informarLa che il CIPSI - Coordinamento di Iniziative Popolari di Solidarietà Internazionale - da circa 15 anni ha promosso ed è tutt'ora impegnato in un'importante Campagna internazionale relativa all'acqua "bene comune dell'umanità" e all'accesso a tale bene che deve essere garantito a tutti gli esseri viventi, come tale riconosciuto "diritto fondamentale" nella Convenzione dei diritti umani.

    Per questo desidero rallegrarmi con la Nestlè per l'importante iniziativa assunta volta a favorire la gestione delle risorse idriche e a migliorare l'offerta alimentare verso le popolazioni nel miglioramento delle condizioni di vita di comunità agricoli e rurali. Allo stesso tempo non posso però considerare il fatto che la stessa Nestlè è ancora una delle principali multinazionali proprietaria di molti marchi di acque minerali da cui trae grandi benefici economici, sicuramente molto superiori al Premio biennale costituito.

    A tal fine, come ho già avuto modo in passato di discutere con i suoi colleghi della Nestlé Italia ai massimi livelli, riteniamo necessario che la vostra azienda, prima di istituire Premi per le associazioni di solidarietà, avvii un processo di coerenza etica e morale, soprattutto in riferimento a settori vitali come appunto l'acqua e l'alimentazione, entrambi essenziali alla vita umana. Non basta il denaro a risolvere i problemi! Dobbiamo costruire, tutti insieme, un mondo migliore, attento a tutti i diritti, non ai bisogni, di tutti gli esseri umani. Se la vostra azienda è veramente e concretamente interessata a seguire un tale percorso, saremo ben lieti di poter collaborare insieme.

Cordiali saluti
 
Guido Barbera 
Presidente CIPSI                                 
 

funima diventa amico di funima

funima libro granvia

funima banca etica

funima 5 per mille