Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione degli utenti e per le statistiche del sito. Per dettagli e per la gestione dei cookie in base al GDPR 2016/679, consulta la nostra cookie e privacy policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

dona ora funima international

terremoto_abruzzo.jpgPAGHINO I ‘PALAZZINARI’ CHE HANNO COSTRUITO SENZA RISPETTARE LE NORME ANTISISMICHE. REFERENDUM INSIEME ALLE ELEZIONI

Roma, 15 aprile 2009 – Guido Barbera, presidente del CIPSI – coordinamento di 48 Ong e associazioni di solidarietà internazionale – ha dichiarato: “Il Cipsi dice no alla proposta di devolvere una parte del 5 per mille ai terremotati.
 


Siamo in disaccordo col governo. Le associazioni del volontariato - molte delle quali già impegnate in prima fila in questi giorni nei soccorsi in Abruzzo - sarebbero ulteriormente penalizzate. ? il cittadino che deve scegliere a quale organizzazione della società civile dare il proprio sostegno attraverso il 5 x mille dell'Irpef. Basta far pagare ai poveri! Proponiamo in particolare che paghino i ‘palazzinari' che hanno costruito in Abruzzo senza rispettare le norme antisismiche.  Chiediamo una giustizia dai tempi rapidi che assicuri la lotta contro gli speculatori che hanno favorito disastri come quello abruzzese. Chi ha speculato e lucrato ora deve ricostruire a sue spese! Chiediamo inoltre che il referendum sulla legge elettorale si svolga il 7 e l'8 giugno insieme alle elezioni europee ed amministrative: siano destinati alle popolazioni colpite dal terremoto i 400 milioni di euro che si risparmierebbero.
E per altri fondi si taglino i finanziamenti destinati all'acquisto di armamenti, si riducano gli sprechi della spesa pubblica e si blocchino i faraonici progetti di spese a rischio come quelle per il Ponte sullo Stretto di Messina".
fShare
0

funima diventa amico di funima

funima libro granvia

funima banca etica

funima 5 per mille