Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione degli utenti e per le statistiche del sito. Per dettagli e per la gestione dei cookie in base al GDPR 2016/679, consulta la nostra cookie e privacy policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

dona ora funima international

Indice articoli

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE FUNIMA DAY 2008

Venerdì 5 dicembre alle ore 11:00 presso la Sala Rossa del Comune di Pordenone si è svolta la conferenza stampa di presentazione del convegno Funima Day: La Giustizia scomparsa.

L'evento, patrocinato dalla Provincia e dal Comune di Pordenone, è organizzato e promosso dall'associazione culturale il Sicomoro, con sede a Pordenone, in collaborazione con la FUNIMA International Onlus, un'associazione di volontariato che si occupa di assistere, attraverso fondi e progetti, i bambini in stato di povertà in diverse aree dell'America Latina.

Mara Testasecca, responsabile di Funima, dopo aver presentato le attività della Onlus, ha sottolineato l'interesse che ha l'associazione nell'affiancare al proprio lavoro ordinario, l'attività di sensibilizzare la cittadinanza verso temi d'interesse comune, ed in particolar modo sul fronte della giustizia e della legalità. È proprio per questo che Funima dedica la sua giornata celebrativa annuale al tema della "giustizia scomparsa". Queat'anno si terrà presso l'Ente Fiera (Sala Convegni) di Pordenone domenica 7 dicembre alle ore 15:00.
Tra gli ospiti d'onore: Salvatore Borsellino, fratello del giudice assassinato dalla mafia il 19 luglio 1992, il magistrato Luigi De Magistris, oggi giudice del tribunale del riesame di Napoli, Guido Barbera, presidente del Coordinamento nazionale CIPSI e responsabile della campagna "Libera l'acqua".

Anna Petrozzi, caporedattore della testata ANTIMAFIADuemila ha sottolineato l'importanza di un evento come il Funima day, per far sì che le questioni della legalità non rimangano circoscritte all'ambiente giudiziario e giornalistico, bensì vengano aperte alla società civile per comprendere che alla base del disagio e dell'emarginazione mondiale vi è sempre la mancanza di giustizia sociale.

Raúl Abel Bagatello ha raccontato la sua esperienza di missionario impegnato nei numerosi centri di accoglienza siti ad alta quota sulle Ande, che accolgono circa 1500 bambini. Bagatello, dopo aver ringraziato tutti coloro che sostengono la sua opera umanitaria ha spiegato che è in corsonelle zone dove opera l'associazione una vera e propria "guerra della fame", una tragedia che avviene nell'indifferenza assoluta delle istituzioni locali e nazionali. L'aiuto dall'Italia, la disponibilità incontrata, rappresentano per il missionario una sfida alle responsabilità del Governo Argentino dal quale si aspetta una reazione concreta a beneficio dei "suoi" bambini. La sofferenza di queste creature che Bagatello considera come figli propri ha anche una duplice valenza: quella di richiamare tutti noi, fortunati cittadini dell'Occidente, a una presa di coscienza e a una maggiore sensibilità nei confronti del prossimo.
 
Trait d'union delle suddette realtà socialmente impegnate, Giorgio Bongiovanni, socio fondatore di FUNIMA nonché direttore della rivista ANTIMAFIADuemila. Anch'egli sarà tra i relatori del Funima Day.

L'evento è stato accolto con favore dall'amministrazione comunale rappresentata, in conferenza stampa, dal Capo di Gabinetto Renzo Vazzoler, il quale ha espresso la sua volontà di incentivare i progetti di solidarietà nel Sud del Mondo per diffondere sempre di più la cultura della solidarietà nella società civile.

Barbara Drago   Uff.Stampa_Funima International

gli scritti del presidente

Seguici su Facebook

funima libro granvia

funima diventa amico di funima