Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione degli utenti e per le statistiche del sito. Per dettagli e per la gestione dei cookie in base al GDPR 2016/679, consulta la nostra cookie e privacy policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

dona ora funima international

L'uomo della nostra generazione è insoddisfatto e afflitto dalla malattia del nuovo millennio, la depressione.
Scienza e tecnologia non sono riusciti a guarirci, ma ci stanno facendo ammalare ancora di più.
Senza soddisfare i veri bisogni dell'uomo, non il telefono nuovo, non la macchina nuova, ma il sentirsi amati.
Siamo pieni di molte cose ma non di amore, non di fratellanza, non di unione tra gli uomini, non siamo una civiltà che progredisce insieme e che si sente parte dello stesso pianeta vivendo in solidarietà l'un l'altro.
Abbiamo poche risposte su noi stessi, la scienza dello spirito non è contemplata e le religioni pretendono di dare risposte. Non rispondendo a nulla, solo dogmi e credo che portano a divisioni e guerre. Non approfondiamo perché esistiamo e quale sia l'obiettivo della nostra esistenza, i filosofi di un tempo non esistono più e quelli che ci sono oggi sono additati come eretici, non conformi al pensiero comune condizionato e pilotato, non ci poniamo più domande e diamo risposte ai nostri bisogni secondo ciò che qualcun altro ha detto, non siamo più protagonisti della nostra vita e ci affidiamo a chi sappiamo essere disonesto e sfruttatore, nessun uomo altruista guida la nostra società.
Ma se chiediamo a qualsiasi uomo o donna di questo pianeta se è felice veramente, la risposta sarà sempre: no.
Ribelliamoci! Ribelliamoci a noi stessi prima che sia troppo tardi!
Riappropriamoci della nostra umanità.

gli scritti del presidente

Seguici su Facebook

funima libro granvia

funima diventa amico di funima