Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione degli utenti e per le statistiche del sito. Per dettagli e per la gestione dei cookie in base al GDPR 2016/679, consulta la nostra cookie e privacy policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

dona ora funima international

sguardorealtaDi Jacopo Bonfili
Qualche distratto potrebbe contestare il titolo di questo mio breve scritto e del video ad esso allegato sostenendo che la realtà, quella che viviamo ogni giorno, non è quella di Montevideo o più in generale di molte metropoli del Sud America, non è quella delle tensioni sociali, della fame, della droga, della prostituzione, dei colpi di stato in parlamento, della corruzione dilagante.
Quella, direbbe il distratto, è l’eccezione imperfetta e scomoda di un paese del terzo mondo che non è capace di alzarsi in piedi sulle proprie gambe e che solo grazie agli aiuti economici, alla beneficenza ed alle lezioni di democrazia dell’occidente potrà sperare un giorno di sollevarsi.
Parlerebbe forse in questi termini il distratto mentre prende il solito cappuccino e cornetto in Via del Corso a Roma prima di recarsi al lavoro, mentre sfoglia con interesse il Corriere dello Sport per controllare la classifica o l’ultimo acquisto della sua squadra del cuore.
Perché in fondo la realtà non è affatto male penserebbe il distratto.
Certo in questo momento ci sono crisi economiche un po' dappertutto, echi lontani di bombe esplose in un certo paese del medio oriente del quale non mi ricordo mai il nome, tensioni sociali accennate da un quotidiano chissà dove nel sud del mondo, l’ultimo atto di terrorismo di quegli sporchi islamici che è meglio che il loro dio se lo preghino a casa loro….si ma sono tutte cose lontane, distante anni luce, cose marginali, cose che accadono a chi probabilmente è troppo arretrato e che in fondo quello schifo se l’è meritato.
Caro distratto gli direi umilmente, il tuo sguardo sulla realtà è annebbiato.
Annebbiato dal benessere ancora concreto che consumi ogni giorno, dalle serate fuori con gli amici per la pizza con birretta e poi al cinema, dalle vittorie della tua squadra del cuore, dal vitalizio dello zio senatore che è un grande stronzo ma in fondo è sempre così gentile ed affettuoso con i nipoti, dalle parole melense e piene di falsa speranza del tuo parroco del quartiere, dalla demagogia e dal populismo del tuo leader di partito preferito, dal bel vestito da sera con collier di brillanti della tua dolce compagna, dai papillon dei tuo amici dei Lions alla prima della Scala o in sala Nervi davanti al Papa….
La realtà è un’altra caro distratto.
Presto la realtà ci investirà con la forza devastante di un fiume in piena, è il caso di aprire gli occhi.
È il caso di aprire soprattutto il cuore, di capire che nella nostra bolla di benessere siamo ancora nella posizione di poter aiutare il fratello sofferente, non dall’altra parte del mondo ma dall’altra parte della strada.
Spero caro amico distratto che alla fine io e te ce la potremo fare assieme a ribaltare i paradigmi della nostra esistenza e ad intraprendere una condotta di vita etica e solidaria.
Lo spero sinceramente, dipende solo da noi.
Destati amico mio, guarda la mia mano tesa, stringila, affinché l’onda che sta per colpirci non sia inesorabile schiaffo mortale ma trampolino quantico per un esistenza rinnovata all’insegna dei valori più nobili che l’umanità è e sarà in grado di esprimere.
 
fShare
0

funima diventa amico di funima

funima libro granvia

funima banca etica

funima 5 per mille