Questo sito utilizza cookie per migliorare la navigazione degli utenti e per le statistiche del sito. Per dettagli e per la gestione dei cookie in base al GDPR 2016/679, consulta la nostra cookie e privacy policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

dona ora funima international

News da Funima

lezione di geopolitica di Giulietto chiesa

 

FUNIMA International ed il Movimento Culturale Internazionale giovanile Our Voice con Giulietto Chiesa, in un incontro di Geopolitica.
A fine dicembre il noto giornalista professionista e direttore di Pandora TV ha tenuto a Fermo, una lezione di geopolitica moderata dal direttore di ANTIMAFIA Duemila, Giorgio Bongiovanni, in cui sono state analizzate e approfondite svariate tematiche; prime fra tutte la crisi mediorientale.
Particolare attenzione inoltre è stata riposta su un tema ormai molto discusso, il 5G, la quinta generazione di connettività.

Condividiamo questo importante appuntamento suddiviso in tre parti:




 

 

FUNIMA International supporta Our voice che organizza principalmente incontri nelle scuole e spettacoli teatrali imperniati sul tema della legalità, e dei diritti umani. Questo movimento è la voce dei giovani per i giovani e sta coinvolgendo ragazzi di ogni età che a loro volta si sono attivati nei loro territori in Italia ed in altri paesi.

Per info sul progetto: OurVoice

parco del sole


Proseguono le attività al centro Parco del Sole di Palermo, tra uscite didattiche, iniziative culturali e ricreative.

Il progetto riguarda la strutturazione di un programma di doposcuola per bambini in età scolare.

Ci si occupa inoltre dell’accompagnamento alle famiglie del quartiere e di attività di sostegno alla genitorialità. La finalità di ogni lavoro è mirata a favorire l’integrazione sociale, etnica e multiculturale; sostenere il coinvolgimento delle famiglie tramite programmi educativi personalizzati; prevenire cause di disagio sociale che possono indurre a fenomeni di emarginazione; recupero da qualsiasi forma di dipendenza (doghe, alcol, gioco); educare alla legalità attraverso la quotidianità, offrendo modelli positivi e contrastando l’approccio competitivo e conflittuale.

Riportiamo qui il resoconto di questi ultimi tre mesi.

Incontro con Tina Montinaro
Particolarmente intensa e significativa la riunione operativa che il Centro Parco del Sole ha ospitato per l’organizzazione della festa di Natale della Polizia, coordinata da Tina Montinaro, vedova di Antonio, caposcorta di Giovanni Falcone e vittima della strage di Capaci. Tina dedica buona parte della sua vita a mantenere costante il ricordo delle vittime della mafia e ad affermare il valore della legalità nei settori più attivi della società civile, tra cui scuole e il mondo dell’associazionismo. Ha incontrato i nostri bambini conquistandoli con il suo esempio, determinazione e simpatia. Particolarmente gradita la partecipazione all'incontro di bambini di altre realtà del quartiere.

pds 2020 01montinaro

 

 

Presentazione libro “La Ragazza Che Sognava La Liberta’”

In un pomeriggio di preziose emozioni, le letture dei bambini hanno accompagnato l’autrice Clelia Lombardo nella presentazione del suo libro “La Ragazza Che Sognava La Liberta” che ha il pregio di diffondere i valori della memoria e dell'impegno, valori imprescindibili per una città che vuole essere realmente "libera"! Una storia di riscatto al femminile e di coraggio, attraverso il racconto della vita e dell'omicidio, per mano mafiosa, di Lia Pipitone.

pds1 2020 01la ragazza


Laboratorio artistico-musicale

“Vivi la gente” sbarca per la prima volta in Sicilia. I ragazzi del cast ospiti al Centro Parco del Sole.
Musica, canti, danze, folklore, volontariato e cultura sono i temi principali del progetto “Viva la gente”, che ha l'obiettivo di incoraggiare i giovani a diventare protagonisti di crescita positiva di speranza e di lavoro per sviluppare un futuro di pace, unità e umanità. Un cast di 100 ragazzi, tutti ventenni, con varie esperienze di studio e di lavoro, in rappresentanza di 15 nazioni, che per almeno un semestre lasciano i propri luoghi natii per un viaggio “a servizio del mondo”.
Un' importante opportunità di scambio, crescita, e passaggio di valori tra i giovani di “Vivi per la gente” e i nostri bambini e ragazzi.
Ecco alcune foto dei momenti condivisi presso il Centro Parco del Sole.

pds2020 01vivilagente

 

Dono di strumenti musicali
Ecco le new entry: 3 tamburi, una chitarra, alcuni shaker e maracas! Si amplia il cerchio di strumenti a disposizione del laboratorio musicale avviato a settembre. Questa attività vuole essere oltre a un momento di puro divertimento e sfogo, anche un modo stimolare interesse e creatività spronando i ragazzi a esprimersi e a scoprirsi per sviluppare i propri talenti e potenzialità.
Queste immagini mostrano i bambini che partecipano ad una lezione di ritmica.
Le lezioni musicali vengono svolte a cadenza settimanale e l’idea per il futuro è quella di fare una selezione per creare il gruppo musicale del centro Parco del sole.

pds1 01 2020strumernti

pds12020 01Musica

 

Attività dopo scuola
Molti genitori ritengono molto utile affidarsi agli operatori per lo svolgimento dei compiti. I bambini e i ragazzi hanno l’opportunità non solo di recuperare delle lacune e adottare un metodo di studio personalizzato, ma anche confrontarsi durante lo svolgimento dei compiti con altri ragazzi, che li stimola al dibattito, alla curiosità e all’aiutarsi l’un l’altro.

pds1 01 2019

Visite al Teatro
L’arte teatrale stimola la fantasia dei bambini e sviluppa la loro empatia… Accompagnarli a uno spettacolo teatrale è molto importante per la loro crescita, oltre che divertente. Magie, incanti e rappresentazioni brillanti, come la programmazione al Teatro Massimo di “Oh, che armonico fracasso”, “Bastiano e Bastiana”, e “Il circo della Luna” sono alcuni appuntamenti ai quali gli educatori e i bambini di Parco del Sole non potevano mancare.

pds2020 01teatro

Laboratori ricreativi
Il Centro Parco del Sole è anche il luogo in cui poter apprendere in modo creativo interessi ed abilità pratiche, con lo scopo di avvicinare i bambini al proprio sentire e favorire la fiducia nelle proprie capacità manuali. Momenti di massima espressività e socializzazione.

Tanti sono i lavoretti realizzati in occasione delle festività, tra cartoline natalizie e un bellissimo albero creato dai bambini insieme alle agli educatrici ed alcune mamme! Tra le attività ricreative, entra in gioco l’importante relazione tra cibo sano e gioco, che vede i bambini impegnati nella preparazione della propria merenda, salutare e nutriente.

pds12020 01labmanuali

 

Festa di Natale
L’atmosfera natalizia contribuisce a diffondere nell’aria quella magia e quello spirito di gioia che solo questa festa sa portare con sé. Questi bimbi sono una forza della natura! Alcuni molto talentuosi. Altri di un entusiasmo prorompente. Talvolta faticano a gestire le energie e la voglia di fare, cantare, ballare, giocare! Alcune immagini che mostrano le prove per la recita di Natale!

 pds1 2020 01Natale

agua dal cielo

 

Approvvigionamento idrico per la comunità El Pelicano, Santa Victoria Este - Argentina.

E' in fase di costruzione la struttura di raccolta di acqua piovana nella comunità El Pelicano.
Sono in corso i lavori di assemblaggio della struttura e la costruzione della pavimentazione in cemento.
In seguito si provvederà al montaggio del sistema di recupero delle acque con le grondaie e discendenti, il posizionamento di serbatoi di accumulo dell’acqua, e la tamponatura della struttura con mattoni pieni per creare uno spazio idoneo affinché i medici locali possano svolgere il proprio lavoro, a beneficio della comunità e limitrofi.

La realizzazione del progetto permetterà il reperimento di acqua piovana che garantirà un adeguato consumo idrico quotidiano. Attualmente la comunità si approvvigiona in una pozza contaminata creatasi in seguito all’esondazione del fiume Pilcomayo.

La struttura è stata precedentemente fabbricata nella città di Salta dall’ingegnere di FUNIMA International Victor Laconi, e poi trasporata per circa 600 km al El Pelicano.
Per maggiori info sulla struttura: Agua del cielo

Seguiranno a breve aggiornamenti sull’avanzamento dei lavori.

L'opera si sta realizzando grazie al contributo della FONDAZIONE VITTORIO ARRIGONI - VIK UTOPIA Onlus insieme all'impegno di tutti i sostenitori, volontari, amici di FUNIMA International e alla Fundación Los Niños de San Juan.

Stanno inoltre partecipando il Ministerio de la Primera Infancia nella persona di Susana Avila - Coordinatrice della rete locale, e il Municipio di Santa Victoria Este.

Buon anno a tutti voi.

aguadalcielo2020

Natale 2019


Cari amici,
sono passati quasi 15 anni da quel 25 Maggio del 2005, anno in cui abbiamo dato forma a quell'impeto interiore che ci chiedeva, e quasi ci obbligava a dover fare qualcosa di importante, di essere protagonisti e parte del cambiamento che volevamo per il nostro pianeta e per le vite di milioni di persone. Uomini, donne e bambini che ancora oggi vivono in grande stato di sofferenza, povertà e ignoranza. Nasce FUNIMA International, un'organizzazione con lo scopo di aiutare, supportare e combattere, al fianco di famiglie e comunità, per unirci al loro grido, impugnando quella famosa Carta, che dichiara che: "Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti, e che essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza".
Il nostro impegno si fa strada con uomini 'giusti' che lottano per il cambiamento globale, con altre organizzazioni che nascono in difesa dei diritti fondamentali dell'uomo, per l'abbattimento dei muri fisici e mentali tra gli uomini, per un mondo di pace che si instaura con il dialogo; per la distribuzione equa delle risorse, per il rispetto dell'ambiente e la madre terra, la pacha mama, per l'eguaglianza, la fratellanza e l'amore. Per il progresso della scienza dello spirito e della nostra civiltà intesa, come una unica grande civiltà, quella Terrestre.

Vi auguro di vivere felicità e amore con le vostre famiglie in questo periodo di feste, ricordando chi, secondo me, è il più grande dei maestri e dei rivoluzionari di tutti i tempi, Gesù Cristo. E infine vi invito a viaggiare con me con la lettura degli inediti diari di viaggio Trip to Argentina, scritti sull'esperienza nelle comunità indigene della foresta del Chaco salteño. Seguiranno altre pagine di diario sul nostro sito web quindi sui social.
Vi lascio ad un commento che ho fatto ad un'amica al mio ritorno da quest'ultimo viaggio in Argetina, dove sto portando avanti lo studio sulle condizioni sociali che vivono le comunità originarie: "… Non sai quanto si percepisce la speculazione che c'è dietro, non solamente, del paese intero da parte dei grandi interessi dei poteri mondiali, ma del paese stesso ai danni delle fasce più deboli. Con i fondi pubblici la politica specula, le grandi imprese multinazionali guadagnano e i poveri aumentano. Anche qui le famiglie che detengono il potere sono sempre le stesse, sono loro che gestiscono il palco e muovono i burattini. Quanti investimenti vengono fatti per cercare di migliorare le cose senza migliorare nulla, perché gli organi che dovrebbero coordinare la gestione delle risorse sono manovrati. I poveri in realtà sono una risorsa, che è bene mantenere in questo stato perché utile a far crescere la parte ricca. Mantenere ignoranza e creare rapporti di dipendenza. Anche con il sussidio dello stato che queste popolazioni, minoranze etniche, ricevono. Ciò serve a mantenere le cose in uno stato di stallo."

Quello che viviamo amici miei, nelle continue esperienze con FUNIMA International, è la diretta di ciò che sto per raccontarvi e che negli anni sempre più ho maturato. La povertà non è un caso, è un fatto voluto. È la sopraffazione dei poteri forti a discapito dei più deboli, è la dimostrazione di forza e violenza delle civiltà tecnologicamente più evolute ai danni di quelle materialmente più povere. È la speculazione dei governi, dell'alta finanza, delle grandi multinazionali, di quelle alimentari, delle materie prime, delle risorse energetiche, delle case farmaceutiche, che lucrano sulla sofferenza e l'ignoranza di milioni di persone. Spesso non causano direttamente la morte, ma creano le condizioni per un lungo stato di agonia, che serve a mantene gli equilibri e i guadagni, che da questi ne derivano. Penso a tutte le materie prime, come metalli e combustibili fossili, alle risorse alimentari, che quando va bene, paghiamo a basso prezzo, o derubiamo, dai paesi dell'Africa e dell'America latina; alle guerre che vengono appoggiate da questa o quell'altra lobby di potere, al sistema di signoraggio bancario, al debito pubblico che per anni ed anni ha impoverito sempre di più questi paesi. l delirio e la sfrenata corsa al perfezionamento delle scienze belliche e del controllo delle masse ha portato, pochissimi stati, ad essere i padroni del mondo, a controllarne le risorse manovrando le decisioni di tutti gli altri "piccoli", seguendo questa logica, stati. Milioni, poi miliardi di persone. Lentamente, inesorabilmente, poche famiglie oggi detengono la maggior parte delle ricchezze del mondo, e gli stati, i governi, sono solamente degli uffici, e i presidenti dei segretari di queste grandi potenze. La globalizzazione del mondo occidentale è arrivata ovunque contaminando anche le zone più isolate e le culture più radicate.
I dati della povertà dichiarati da Oxfam dichiarano che: l’1% della popolazione possiede oltre il 48% della ricchezza mondiale, e che il 19% possiede ricchezza per il 46,5% del totale, mentre l’ 80% della popolazione mondiale si divide il restante 5,5% delle risorse. Tra questi ultimi circa 1miliardo di persone vivono con 1,25$ al giorno, mentre altri 800.000 persone vivono nella totale indigenza (ovvero soffrono la fame). Tra questi ci sono le oltre 24.000 persone che muoiono ogni giorno per carenza di cibo. Fra quell’1% della popolazione che vive nell’agiatezza vi sono 85 individui che possiedono risorse quanto i 3,5 miliardi di persone più povere (2016).

Oggi questa situazione ha reso quasi impossibile il lavoro delle organizzazioni, che operano per il cambiamento. Un mondo così confuso è molto molto difficile da cambiare, è difficoltoso il cammino anche per chi vorrebbe riportare l'equilibrio, lasciando spesso senza speranze anche i migliori intenzionati. E così sembra che nessuno ci creda più al cambiamento, neanche gli "uomini buoni" e "giusti", ormai pieni di contraddizioni perché scesi a patti con il potere per poter sopravvivere.
Abbiamo bisogno di uomini più decisi e disposti a tutto forse, anche a sacrificare la propria vita in nome di valori che oggi sembrano non essere mai esistiti. Anche se... neanche i martiri sembrano servire più a nulla...dovremmo tramutarci in male forse, camuffarci, e poi uccidere, una volta dentro, il serpente dalla testa...

Video
https://www.youtube.com/watch?v=dt4yc7NfuIE

Link Diario di viaggio "Trip to Argentina"
FULL IMMERSION NELLA FORESTA DEL CHACO CON LE COMUNITA' ORIGINARIE (prima parte)

LE ORIGINI DEI PROBLEMI, L'ARRIVO DELLA NOSTRA CIVILTA'! (seconda parte)

ACQUA FONTE DI VITA PER LA COMUNITA' LA MAGDALENA. (terza parte)

 

agua del cielo


Approvvigionamento idrico, comunità El Pelicano, Santa Victoria Este - Argentina.
A fine novembre sono iniziati i lavori di costruzione della struttura per la raccolta di acqua piovana.
La costruzione della struttura è stata realizzata nella città di Salta, dall’ingegnere di FUNIMA International Victor Laconi, e sarà poi trasportata con un camion con semirimorchio per circa 600 km alla comunità di El Pelícano.

L’obiettivo principale del progetto riguarda il miglioramento delle condizioni di vita e di salute con la conseguente riduzione dell’indice di malnutrizione dei membri della comunità El Pelícano, attraverso la fornitura di acqua potabile in quantità adeguata alle necessità della popolazione.
La realizzazione della struttura permetterà il reperimento di acqua piovana che garantirà un adeguato consumo idrico quotidiano e l’igiene personale e dell’ambiente in cui vivono.
La comunità di El Pelicano è formata da 25 famiglie di etnia wichi (circa 150 persone).

Di seguito la relazione dell’inizio dei lavori.
Prima fase: Costruzione della struttura metallica.
Il progetto della struttura di raccolta di acqua piovana prevede la costruzione di un tetto in lamiera ad una sola falda, predisposta per raccogliere l'acqua piovana che poi fluirà verso le cisterne di immagazzinamento previo filtraggio e clorazione.
L'acqua raccolta servirà per fronteggiare l'emergenza idrica del posto, e verrà immagazzinata per affrontare il periodo di siccità nei mesi che seguiranno la stagione delle piogge.
La struttura comprende la copertura suddetta, un sistema di canalette, filtri, cisterne, sottopavimento, chiusura con mattoni, porte e infissi in alluminio.
La sua fabbricazione è prevista in officina, in parti individuali che dopo saranno assemblate sul posto.
E' formata da colonne di doppio profilo metallico tipo "C" in lamiera rinforzata e saldata. Sulle colonne si appoggiano travi longitudinali e trasversali, dello stesso profilo ed identica modalità di fabbricazione.
Il progetto prevede la struttura metallica in modo imbullonato che permetta di lavorare sul posto senza necessità di energia elettrica, e facilitando un possibile trasloco.
Le cinghie di fissaggio della copertura sono proiettate in profilo semplice rinforzato, appoggiato su delle travi.
La struttura uscirà dall’officina con la pittura anti corrosiva ed antiossidante, ed una volta sul posto verranno sistemati i dettagli che possono sorgere durante il montaggio.

Sostegno alle comunità native

 

gli scritti del presidente

Seguici su Facebook

funima libro granvia

funima diventa amico di funima